Cure termali per bambini: i consigli dello specialista

Quando si cerca una cura dolce e poco invasiva per i bambini, le terme sono spesso un’ottima alternativa, naturale e senza effetti collaterali. Che si tratti di problemi alle vie respiratorie o di patologie della pelle, le Terme di Tabiano offrono cure termali specifiche per i bimbi, con uno spazio a loro dedicato.
Tuttavia, nel valutare questo tipo di soluzione, è inevitabile avere qualche dubbio. Abbiamo quindi chiesto aiuto a uno specialista per rispondere alle domande più frequenti sulle cure termali per bambini.

La parola all’otorinolaringoiatra

Ci siamo rivolti al dott. Ignazio Milone, specialista in otorinolaringoiatria, per avere qualche indicazione in più, che possa essere utile ai genitori che stanno pensando di portare i loro figli alle terme.

Dottore, c’è un periodo migliore per programmare le cure termali?

Il periodo migliore per le cure è dai primi di settembre a fine ottobre per prevenire le infezioni delle vie aeree frequenti nei mesi più freddi (parliamo di rinite, sinusite, otite, faringo-tonsillite, bronchite). Mentre, per chi vuole trattare i sintomi residui (tosse, naso che cola), è consigliabile programmare le cure tra la tarda primavera e inizio estate. Poi, certo, considerando ferie e vacanze scolastiche, è possibile fare le cure termali anche in estate.

A quanti anni si possono iniziare le cure termali per bambini?

In realtà le cure termali si potrebbero effettuare a ogni età. Di solito si sconsigliano sotto i 2-3 anni d’età, ma più per una questione legata al “limite di sopportazione” dei piccoli. Le cure termali, infatti, richiedono un certo tempo di applicazione che deve essere rispettato per garantire l’efficacia della cura stessa.

Che differenza c’è tra le inalazioni a getto e l’aerosol?

Sono entrambe cure inalatorie, che si differenziano essenzialmente per la forma che assume l’acqua termale. Le inalazioni a getto sono una miscela di grosse particelle di vapore, caldo-umide, mescolate all’acqua termale, che agiscono per lo più sulle alte vie respiratorie, sfruttando anche l’effetto termico del vapore. L’aerosol invece si basa sulla frammentazione della sola acqua termale in particelle minuscole che, proprio per la loro dimensione ridotta, possono raggiungere anche le basse ve respiratorie.

Le cure inalatorie per bambini alle Terme di Tabiano

Posso portare mio figlio alle terme anche se ha il raffreddore e tossisce un po’?

Per essere efficaci, le cure termali devono essere eseguite nella corretta fase clinica, ovvero quando non ci sono sintomi acuti. Tuttavia, considerando che il naso che cola e qualche colpo di tosse non equivalgono a vere e proprie controindicazioni, sarà il medico a valutare di volta in volta l’idoneità alla cura durante la visita di ammissione.

Mia figlia è allergica ai pollini e alla polvere: posso portarla alle terme?

In generale, vale lo stesso discorso della risposta precedente: è bene evitare il momento in cui i sintomi dell’allergia sono nella fase acuta. Per il resto, le cure termali di Tabiano sono assolutamente indicate per il trattamento delle allergie e dei loro sintomi. Esse infatti agiscono direttamente sulle cause dell’allergia, rimuovendo il muco che contiene gli allergeni filtrati dal naso tramite le docce nasali. Hanno poi anche un’azione indiretta: diminuiscono l’infiammazione e migliorano la salute generale delle mucose, riducendo di conseguenza i sintomi principali dell’allergia, come prurito, starnuti, ostruzione nasale e rinorrea acquosa (ovvero il classico naso che cola).

Non ci rimane che ringraziare il dottor Milone per le preziose informazioni sulle cure termali per bambini che ha condiviso con noi. Per qualsiasi altro dubbio o informazione pratica sulle Terme di Tabiano vi invitiamo a consultare il nostro sito o a contattare lo staff (info@termest.it / Numero Verde 800 861385).